Frida Kahlo: "Quello che l'acqua mi ha dato"

Frida Kahlo: "Quello che l'acqua mi ha dato"




Le visioni e fantasie riempiono questo dipinto Frida Kahlo, che l'acqua mi ha dato che parla di un momento di fantasticheria verificato durante il bagno. In questa esperienza, gli aspetti del capitale esistente come il dolore, il sesso e la consapevolezza della finitezza, assumono la forma di piccoli simboli che pullulano nell'acqua. Proprio come in altre sue composizioni, questo lavoro si presenta come una sorta di autoritratto, in cui le gambe dell'autore sono mostrati dal punto di vista di Frida se stessa nella vasca da bagno. Rileva che anche un dito del piede, ha una malformazione: ha una crepa. Sembra essere un diretto riferimento leitmotiv-permanente in produzione su incidente automobilistico subito a quindici anni e che hanno segnato la vita irrevocabilmente.

Sublimazione del dolore

Che l'acqua mi ha dato è riconosciuto dal pubblico e dalla critica come l'opera più surreale della Kahlo. Così come è senza dubbio la più complessa, perché la tela è piena di dettagli caotici e intrigante. E 'degno di nota che Kahlo avuto relazioni con la Russia intellettuale Leon Trotsky e più tardi si sposò con il pittore Diego Rivera. La loro vita coniugale era molto instabile, ma in arte, l'influenza di Rivera nelle opere di Kahlo stesso è evidente in una certa misura. Pittore messicano Kahlo è la più importante ed anche la figura è stata trasformata in un oggetto di culto, soprattutto perché, a partire dalla metà del d ciascuno del 1940, ha subito disagi e dolore nella colonna vertebrale, il grado di dover utilizzare cablaggi speciali, o essere costretti a letto per lunghi periodi. Tuttavia, anche con questo, continuò a dipingere fino alla fine dei suoi giorni.

Specchio rivelando

Una linea guida per capire il significato di questo lavoro è il collegamento con i simboli di specchio e di purificazione. L'acqua della vasca secondo come illustrato nella pittura produce un effetto specchio. Questo è evidente nella strana formazione che forma le dita del bagnante, fuse con la sua riflessione. Dal punto di vista di uno di Frida, che restituisce alla riflessione visto nell'acqua del bagno non è il tuo volto, non il tuo aspetto, ma la miriade di esperienze, ricordi e allucinazioni. Per non lasciare fuori lo specchio di riferimento secondo le più diverse tradizioni culturali, come riferimento simbolico alla conoscenza di sé e la rivelazione della verità, ma anche n creacióny dell'intelligenza divina. Così che l'acqua ha lasciato Frida è una descrizione in te stesso, al limite dell'esistenza. Un esperienza mistica-con l'intento di purificazione, rinnovamento catartico avanti - sul bordo del espressiva e il razionale, proprio dove la sua personalità tormentata ha portato, come una sublimazione del dolore arte.

Leggi anche: